La lotta al cambiamento climatico inizia dalla città: l’Ordine dei Biologi del Lazio e dell’Abruzzo partecipa a “ClimAquila”

C’era anche l’Ordine dei Biologi del Lazio e dell’Abruzzo a L’Aquila in occasione di “ClimAquila, la lotta al cambiamento climatico inizia dalla città“, evento tenutosi venerdì 19 gennaio, negli spazi dell’Auditorium del Parco. In particolare, l’ente di rappresentanza professionale dei Biologi era rappresentato dalla dott.ssa Pierlisa Di Felice, referente Ambiente OBLA per l’Abruzzo.

L’appuntamento ha affrontato la tematica del cambiamento climatico, descrivendo, in particolare, le attività messe in campo dal Comune dell’Aquila nell’ambito della mitigazione e dell’adattamento ai cambiamenti climatici, sotto l’egida della Comunità Europea, del Ministero dell’Ambiente e della Transizione Ecologica. Nel corso dell’incontro è stata infatti presentata la Missione Europea per l’adattamento ai cambiamenti climatici alla quale partecipa proprio L’Aquila, uno tra i pochi enti municipali ad essersi mosso in tal senso in Italia.

Nell’ambito di ClimAquila è stato altresì introdotto il Twinning Programme di Net Zero Cities (la Missione Ue per le 100 città resilienti al 2030), progetto che vede L’Aquila e Genova come le uniche due città del Belpaese ammesse: in questo ambito il capoluogo abruzzese ha stretto gemellaggio con la città norvegese di Drammen, per lo scambio di buone pratiche contro i cambiamenti climatici.

Dopo i saluti istituzionali delle autorità hanno portato i loro contributi ai lavori: Carlo Cacciamani, responsabile Struttura IdeoMeteoClima – Agenzia Italia Meteo; Luigi D’Eramo, Sottosegretario alle Politiche agricole; Antonella Morgillo, European Commission Mission Board to Climate Change; Fabrizio Taranta, assessore all’Ambiente del Comune dell’ Aquila; Dina Del Tosto, referente per il Comune dell’Aquila della Mission Adaption to Climate Change e del Twinning Programme di Net Zero Cities; Gabriele Curci, docente Università degli Studi dell’Aquila e vice direttore Cetemps.

L’evento si è concluso con un intervento da remoto di Vannia Gava, vice ministro dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica.

La dott.ssa Pierlisa Di Felice, a nome della presidente dell’OBLA, dott.ssa Daniela Arduini, e del Consiglio Direttivo tutto, ci ha tenuto ringraziare il Comune dell’Aquila per l’invito ad un evento, quello aquilano, giudicato di un’importanza vitale per quanto concerne il confronto sui cambiamenti climatici. Un confronto, è stato ribadito, che chiama direttamente in causa i cittadini per quanto concerne le buone pratiche quotidiane, la tutela e la salvaguardia dell’ambiente e del territorio.